Perché mangiare 'tutto in moderazione' è un mito totale

Perché mangiare 'tutto in moderazione' è un mito totale

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Puoi chow su quelli Cheetos a patto che tu registri altri 30 minuti sul tapis roulant, giusto? Ehm, no. Mi dispiace scoppiare la tua bolla di conteggio del calorico, ma non è così semplice. "Calorie in versus calorie fuori" è diventato una sorta di mantra "taglia unica" per coloro che vogliono inserirsi in quell'abito troppo piccolo . Questa teoria diffusa ha generato una generazione di devoti conteggio calorico in grado di razionalizzare qualsiasi cosa purché mantengano sotto il loro limite calorico giornaliero o di impiegare tempo extra in palestra.

COLONNA: Tutti gli alimenti non sono creati uguali, dal Dr. Oz e dal Dr. Roizen Fuori dalla cultura ossessionata dalle calorie germogliata l'idea edificante di "tutto con moderazione", che potrebbe essere iniziata come un modo per aiutare le persone a sentirsi meno ossessionate dal cibo, ma è entrata a spirale in un pass gratuito per "regalarsi" a un ghiaccio supersized gelato alla crema ogni settimana. Qual è l'accordo? "La teoria del calorico è tristemente inadeguata e drammaticamente incompleta", afferma Marc David, esperto in psicologia nutrizionale e fondatore dell'Istituto per la psicologia del mangiare a Boulder, Colo. "Nel modo in cui la scienza nutrizionale comprende il consumo di calorie in relazione al peso, è molto primitivo. "Sebbene David ammetta che ci sono aspetti utili alla teoria, egli ritiene che semplifichi eccessivamente la comprensione del peso. "I mass media vogliono farlo" Ecco cosa dovrebbero fare tutti e qui è la risposta semplice ", afferma David. "Ma il peso è molto più complesso e coinvolge molti altri fattori." Un problema con il conteggio delle calorie è che si assume (erroneamente) che tutte le calorie siano state create uguali. Mangiare meno calorie non fa bene alla salute se tutte quelle calorie derivano da patatine a ridotto contenuto di grassi e Tasti D-Lite. Gli alimenti a basso contenuto di grassi ti fanno ingrassare? Uno studio condotto presso la Harvard School of Public Health si è concentrato su quali fattori di dieta e stile di vita prevengano in primo luogo l'aumento di peso. "Abbiamo scoperto che la saggezza convenzionale di concentrarsi solo sulle calorie totali, o anche sul grasso totale o sugli zuccheri, sarà meno efficace di concentrarsi sulla qualità della dieta complessiva", dice l'autore principale dello studio Darius Mozaffarian, MD, un cardiologo ed epidemiologo alla Harvard Medical School di Boston. I risultati hanno mostrato che, quando si tratta di perdere peso, in realtà è più sulla qualità che sulla quantità quando si tratta di ciò che si mette in bocca. "Il consumo di più alimenti specifici è stato associato alla relativa perdita di peso", afferma il dott. Mozaffarian. "Questo indica che il percorso per mangiare meno calorie non è semplicemente contare le calorie, ma concentrarsi sul consumo di una dieta più sana in generale." Il dott. Mozaffarian sottolinea che uno dei principali problemi con la teoria del calorico è che le persone hanno scelto gli obiettivi sbagliati per i cibi "buoni" e "cattivi". Scelgono gli alimenti come "buoni" a base di poche calorie, grassi o zuccheri per porzione piuttosto che effetti sulla qualità e sulla salute della dieta. Un buon esempio è la frutta secca, che ha 165 calorie per porzione, ma in realtà è stato dimostrato di aiutare nella perdita di peso. La soda, d'altra parte, ha meno (120) calorie per porzione, ma è stata collegata all'aumento di peso. "O un esempio molto più comune è la gente che sceglie patatine a ridotto contenuto di grassi o cracker per abbassare le calorie quando tutto ciò che stanno facendo è ridurre gli oli vegetali sani e lasciare amidi e sale", afferma il dott. Mozaffarian. "I ciambelle" senza grassi ", altri tipi di pane bianco e cereali raffinati senza zucchero sono anch'essi considerati salutari quando si tratta di cereali semplicemente raffinati che hanno effetti simili a quelli dello zucchero da tavola o, forse, ancora peggio dato il loro sale aggiunto". E poi c'è il popolare mantra per la perdita di peso "tutto con moderazione". Come in: Vai, ragazza, mangia quella torta ... non mangiare totale torta. "Tutto con moderazione" può significare qualsiasi cosa per chiunque, fornendo un pass gratuito per mangiare quello che vuoi ", afferma il dottor Mozaffarian. Senza contare che la percezione del pubblico in generale delle porzioni è così distorta che "solo una" fetta di torta potrebbe essere davvero l'equivalente di dire, tre. Anche se mangi piccole porzioni, ci sono cose come cibi "cattivi", e anche una piccola quantità di una cosa cattiva non equivale a una cosa buona. "Il cibo che mangi influisce sulle proteine ​​e sui geni molto tempo dopo che è passato dal tuo corpo", afferma il co-fondatore di YouBeauty, il dott. Michael Roizen. "Ad esempio, se consumi troppo zucchero, la struttura proteica cambia per l'intera vita di quella proteina, che è di 180 giorni, quindi significa che la proteina smette di fare il suo lavoro per 180 giorni." Un enorme motivo per cui la teoria del calorico è così diffusa è che molte organizzazioni nazionali e governative raccomandano ancora di ridurre le calorie riducendo i grassi, come la raccomandazione di condimenti per insalate a basso contenuto di grassi o non grassi, oltre a mangiare e cucinare verdure, pesce e altri alimenti senza grasso aggiunto. Ma la ricerca ha dimostrato che il taglio del grasso ha poca relazione con l'aumento di peso e in alcuni casi, "un buon grasso" può effettivamente aiutare nella perdita di peso. "I nostri risultati mostrano che il contenuto di grassi, di per sé, ha una scarsa relazione con gli alimenti o le bevande associati all'aumento di peso", afferma il dott. Mozaffarian."Ad esempio, cibi non grassi come pane e cereali raffinati sono stati associati all'aumento di peso, alcuni cibi grassi più elevati come latte intero e formaggio erano neutri e altri cibi grassi più elevati come le noci erano associati a una perdita di peso relativa." Come aiutarsi: Ora che la tua mente conteggio di grasso e calorie è saltata, prova questi semplici cambiamenti nella dieta che possono avere un grande impatto. Scegli la qualità rispetto alla quantità: Mangia più alimenti minimamente lavorati come frutta, verdura, noci e cereali integrali, raccomanda il dott. Mozaffarian. Cerca di consumare meno amidi e cibi raffinati come patate, pane bianco, cereali per colazione a basso contenuto di fibre, carni lavorate, dolci e soda. E ribadisce che è importante rompere un sudore regolarmente e dormire a sufficienza per evitare che il numero sulla scala si riduca. Guarda i livelli di stress: uno dei maggiori impatti sul metabolismo. "Lo stress della chimica giorno dopo giorno rallenta il metabolismo che brucia calorie", dice David. "È una ragione profondamente nascosta, ma è enorme quando si tratta di perdere peso." Smetti di contare le calorie: Calciare l'abitudine di contare le calorie una volta per tutte. "L'obiettivo è che le persone si rilassino, godano dei piaceri e dei sapori del loro cibo e riducano le ossessioni sulle etichette nutrizionali e sul conteggio delle calorie o dei grassi", afferma il dott. Mozaffarian.Torna alla nostra homepage di Eat Pretty per suggerimenti su come superare i tuoi problemi alimentari e prendi il nostro Mangia un bel quiz per scoprire come stai.

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add