Sephora viene citata in giudizio per aver venduto un siero per gli occhi che presumibilmente ha bruciato un buco nel volto di qualcuno

Sephora viene citata in giudizio per aver venduto un siero per gli occhi che presumibilmente ha bruciato un buco nel volto di qualcuno

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Le cose stanno cambiando per i dettaglianti di bellezza, ei titoli di testa non stanno esattamente oscillando a loro favore. Sulla scia dei dipendenti di Ulta che dichiarano pubblicamente di essere pronti a riconfezionare e rivendere il trucco usato, le notizie di Sephora e Peter Thomas Roth sono state citate in giudizio dopo che il residente di New York Rolando Grullon ha affermato che un siero popolare si è bruciato attraverso la pelle, creando un buco che non è guarito

Come Law360 Rapporti, Grullon dice che ha acquistato un siero per occhi laser gratuito Peter Thomas Roth a Sephora di New York a marzo. Dopo aver usato il siero per tre volte, ha notato che cominciano a formarsi le protuberanze rosse, quindi ha smesso di usarlo. Tuttavia, sostiene che un colpo si è trasformato in un buco che deve ancora guarire.

"La querelante ha sofferto di una ferita seria e permanente alla faccia, è diventata dolorante e invalida, ha subito un grande dolore fisico, mentale, angoscia e angoscia", recita la denuncia. "Le aziende avrebbero dovuto sapere che il prodotto era difettoso, ma lo hanno comunque venduto".

Grullon ora descrive il siero come "tossico, nocivo e pericoloso" e afferma che mettendo il prodotto sul mercato, Sephora e Peter Thomas Roth hanno indicato ai consumatori che il prodotto era sicuro. Ora, con le accuse di malizia, oppressione e frode contro Sephora e Peter Thomas Roth, la causa di Grullon è di $ 500.000.

Sephora e Peter Thomas Roth devono ancora rilasciare dichiarazioni o commenti sull'argomento, ma saremo sicuri di tenerti aggiornato con qualsiasi aggiornamento.

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add