Quanto Instagram influenza l'aspetto di una nuova bellezza?

Quanto Instagram influenza l'aspetto di una nuova bellezza?

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Quando Kirk Elliott, co-fondatore e chief marketing officer della RDKL Skin Care, con sede in Colorado, ha lanciato la sua linea alla fine dello scorso anno, non stava necessariamente cercando di diventare un marchio di bellezza "Instagram-famoso", ma sapeva che sarebbe stato essere negligenti non prendere in considerazione il juggernaut dei social media quando si tratta di come i suoi prodotti sono stati progettati, confezionati, messaged e commercializzati.

"Instagram ha completamente influenzato il nostro marchio sin dall'inizio. Abbiamo iniziato con questo detto e finiremo con questo: "Siamo un marchio costruito per Instagram." Sapevamo di non voler continuare a canalizzare il nostro prodotto attraverso il tradizionale modello big box, quindi il nostro approccio è sempre stato diretto -consumatore. Non volevamo coinvolgere intermediari e l'e-commerce con il marketing tramite Instagram è sempre stato il piano. "(Mentre non rilascerà numeri esatti, dirà che circa il 30% di tutte le vendite proviene dall'app).

Elliott ha anche anticipato che la maggior parte dei clienti di RDKL sarebbe "Xennials, Millennials e Gen Z", quindi rendere il prodotto di spicco nella vita reale e sui social media era importante per lui. "La tendenza là fuori [in bellezza] è super semplice in bianco e nero, ma volevamo un po 'di divertimento, quindi pensiamo che gli spruzzi di colore ci facciano davvero risaltare. Se hai i nostri prodotti nei tuoi armadietti dei medicinali o solo sul bancone del tuo bagno, RDKL è facile da individuare. Questo è sicuramente intenzionale. "

Immagine / RDKL Skin Care

A tal fine, uno degli elementi chiave delle attività mensili di RDKL è la produzione di servizi fotografici in concomitanza con un programma di post su Instagram, uno che combina combinazioni di colori, modelli e immagini di prodotti per allinearsi a feste, giorni speciali ed eventi. "Quasi tutta la nostra enfasi sui servizi fotografici si riferisce ai nostri contenuti Instagram", dice Elliott.

Un caso di studio: usare Instagram prima di confezionareIl Corpo di Palermo con sede a Brooklyn è stato lanciato più di un decennio fa, ma la fondatrice Jessica Morelli ha anche preso speciali "misure sui social media" quando si è trattato di fare un rebrand tre anni prima. La linea ruota attorno a rituali naturali e secolari ispirati a sua nonna (l'azienda prende il nome dalla città in cui è nata), ma Morelli ha affermato che non è scontato il potere del marketing moderno.

"Ho creato un account personale su Instagram nel 2011 e la prima foto che ho pubblicato riguardava una barra di sapone che avevo preparato. Più tardi ho creato un account aziendale nel 2013, quando è diventato chiaro che Instagram era più di una semplice app di fotoritocco per i tuoi post di Facebook. In quei primi anni, riguardava i filtri e condivideva istantaneamente ciò che stavi facendo in quel momento. Ho notato che le cose cambiano nel 2014 quando le persone che stavano creando contenuti belli e coesi hanno iniziato a ricevere migliaia di follower ", afferma.

Nel 2015, quando Morelli ha iniziato a rebranding Palermo per come appare oggi, Instagram è stato, come lei descrive, "un gioco di palla completamente diverso" e sapeva che raccontare una storia - quella che ruotava attorno alla sua base di Brooklyn - sulla piattaforma sarebbe aiuto nel successo del marchio.

Vai avanti, scavare. 📷: @stellasimona

Un post condiviso da P A L E R M O B O D Y (@palermobody) su

"Per mesi prima di essere rilanciato, non avevo nemmeno prodotti da condividere poiché il packaging era ancora in fase di sviluppo, quindi ho usato la piattaforma per coinvolgere il piccolo seguito che avevo costruito e creare nuove relazioni con gli altri imprenditori. Questo è stato incredibilmente utile per ottenere la trazione in quei primi mesi dopo il lancio e inoltre, mi sembrava di avere questo gruppo di supporto sociale che era entusiasta di vedermi avere successo. Il nostro feed era più un sentimento e l'essenza del marchio che non dei prodotti. Continuo a farlo nel nostro feed anche ora, perché penso che sia così importante che la nostra comunità abbia l'impressione di portarli nella nostra visione e nei nostri processi mentali piuttosto che cercare di "vendere" tutto il tempo. "

Potrebbe non forzare la vendita, ma i numeri di Morelli non mentono. L'anno scorso, il numero di visitatori del suo sito da Instagram ha rappresentato l'11,6% dei referral totali e il 5% delle vendite, un salto rispetto all'anno precedente. Un fattore a cui lei punta come aiuto: a partire dallo scorso novembre, il marchio è stato in grado di sfruttare la funzionalità di scorrimento su Instagram e post di scambio.

Quanto Millennial Pink spinge un marchio?Un marchio di bellezza che ha visto un successo fenomenale quando si tratta di shopping, lo stile Instagram è Herbivore. La linea non tossica di Seattle, gestita dal duo marito e moglie Alex Kummerow e Julia Willis, attribuisce parte della loro popolarità a un fattore apparentemente minuscolo: la combinazione di colori.

"Amiamo il rosa! Ci piace pensare che stessimo usando il rosa prima che fosse bello. Quando abbiamo iniziato a formulare, siamo rimasti stupiti di come ottenere bellissimi prodotti colorati da ingredienti naturali ed efficaci. Il rosa e il blu hanno iniziato a dominare la nostra linea di prodotti e hanno finito per legare la presenza e l'estetica del nostro marchio. Attraverso il nostro marchio, concentrarsi su linee pulite, colori tenui e adottare un approccio minimale parla davvero del nostro concetto di fornire una bellezza naturale e pulita. "

Immagine / Herbivore

Sebbene il marchio sia stato lanciato nel 2011, i fondatori sottolineano l'estetica pulita e minimalista di Herbivore come parte essenziale dell'ethos e il motivo per cui sono stati attratti da Instagram come un modo per condividere le immagini che ritenevano bellissime e hanno parlato dell'estetica del marchio.

"Non ci aspettavamo di ottenere ciò che abbiamo fatto all'inizio, ma ci siamo resi subito conto di quale ottimo strumento fosse per noi connettersi con i nostri consumatori. È stato così emozionante per noi vedere tutte le incredibili foto che sono state scattate sui nostri prodotti e il riarmo dei contenuti generati dai consumatori è diventato una parte importante del nostro approccio con Instagram. Instagram ci ha anche permesso di rispondere alle domande dei clienti e ai messaggi individuali privati ​​in un modo più personale e intimo. Abbiamo scoperto che, facendo ciò, siamo riusciti a creare una connessione ancora più grande con i nostri clienti e alla fine abbiamo formato la nostra comunità di erbivori. Ora questa community è un fattore trainante del nostro business e continuiamo ad essere così grati per tutto l'apprezzamento per il nostro marchio che viene mostrato attraverso i social media ".

Anche oggi, dopo aver sperimentato una crescita del 300% anno dopo anno e vantando uno spazio sugli scaffali in negozi come Sephora, Herbivore punta ancora a Instagram come uno dei suoi strumenti di business più forti: oltre la metà di tutte le campagne di marketing che indirizzano il traffico al sito-e il modo migliore per connettersi ai consumatori.

"Facciamo un grande sforzo per trovare le foto che riteniamo non solo belle da vedere, ma che trasmettano un messaggio o sentiamo che sentiamo degli anelli fedeli al nostro marchio. Naturalmente pubblichiamo anche le foto dei nostri prodotti, in particolare per i nuovi lanci o per scopi didattici, ma cerchiamo davvero di utilizzare Instagram per mantenere viva la conversazione con i nostri follower attraverso le immagini. Abbiamo un team molto piccolo che lavora insieme per assicurarsi che la nostra presenza su Instagram rimanga coerente e che i nostri consumatori siano ascoltati ", afferma Kummerow.

Anche se probabilmente non è un segreto che Instagram sia la chiave della strategia di marketing complessiva di Herbivore, il marchio dice che consente loro di essere esposti a una demografia più mirata e di coltivare una relazione reciproca con i nostri potenziali clienti e trasformarli in fan nel tempo.

"Instagram è un modo per noi di creare una comunità di ambasciatori di Herbivore piuttosto che un modo per vendere i nostri prodotti. Ci piace vedere come tutti integrano Herbivore nelle loro vite! "

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add