Esiste un rapporto ideale tra vita e fianchi?

Esiste un rapporto ideale tra vita e fianchi?

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Uno dei principali problemi che affliggono i nostri antenati cacciatori-raccoglitori durante l'epoca del Pleistocene, affermano gli psicologi evolutivi, era l'identificazione del valore di mate. Singh (1993a) propose che, per superare questo problema, "meccanismi percettivi" o moduli mentali si evolvessero negli uomini per rilevare le informazioni trasmesse dal rapporto vita-fianchi (WHR) nel determinare l'attrattiva di una donna come un potenziale compagno. A causa della sua associazione con i risultati di salute e fertilità, gli uomini si sono evoluti per usare la WHR come una valutazione diretta della qualità di base delle donne. E così, sosteneva Singh, dovrebbe essere possibile cambiare sistematicamente le valutazioni degli uomini sull'attrattiva delle donne manipolando le dimensioni del WHR. Per testare questa idea, Singh ha sviluppato una serie di 12 disegni in linea della figura femminile, che sono stati sistematicamente variati rispetto al peso corporeo complessivo e ai livelli WHR della WHR cambiando le dimensioni della vita. In una serie di esperimenti con questi disegni, Singh descrisse una correlazione negativa tra WHR e attrattiva femminile. Cioè, i disegni di linea con WHRs gnooboi (0,70 e 0,80) sono stati giudicati come i più attraenti, e le valutazioni sono diminuite con l'aumento di WHR.DI PIÙ: Forma del corpo e attrazione Utilizzando la serie originale di disegni di disegni di Singh, la preferenza per i WHR bassi è stata replicata con partecipanti negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in Germania. Ma per paura che i disegni di linea non riflettano le reali preferenze di accoppiamento come si verificano nella vita, gli studi hanno anche esaminato l'effetto della WHR negli studi sul campo con le persone. VIDEO: Interpretazione della misurazione della vita

Mikash e Bailey (1999) hanno riferito che le donne con un WHR basso hanno più partner sessuali rispetto alle donne con un WHR alto, mentre Hughe e Gallup (2003) hanno scoperto che le giovani donne con un WHR basso riportano anche le prime età del primo rapporto sessuale. Inoltre, la chirurgia plastica estetica che ridistribuisce il grasso corporeo per rendere il corpo più proporzionato senza alterare il BMI sembra aumentare i rating di attrattiva. In combinazione, questi studi indicano che, per essere considerata attraente, una donna dovrebbe avere un WHR basso e rientrare nel gamma di peso corporeo normale. Alcune ricerche sono addirittura arrivate al punto da suggerire che la dieta è una strategia "naturale" impiegata dalle donne che cercano di raggiungere la WHR ideale. Mentre la ricerca di Singh è stata inquadrata in termini di confronto tra WHR bassi e WHR elevati, alcuni psicologi evolutivi hanno suggerito una preferenza specifica per un WHR di 0,70.

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add