E Baby rende "|OCD

E Baby rende "|OCD

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Cosa succede quando quel piccolo fascio di gioia arriva con un grande fascio di sintomi ossessivo-compulsivi (OC) e un sacco di ansia? Hai sentito parlare di depressione postpartum, ma le nuove mamme sono anche a rischio per i sintomi di postpartum OC. Non parliamo delle vostre preoccupazioni da "roditore", di nuova mamma, che di tanto in tanto si fanno sbirciare da un neonato addormentato. L'esempio più estremo: una madre novella ha ricorrenti paure di cose brutte che le accadono bambino. Il risultato: comportamenti ossessivi come controllare il bambino così spesso che non riesce a finire una conversazione, o lavare un biberon molte volte più del necessario (tipo, per ore). Quando i sintomi raggiungono un livello in cui interferiscono significativamente con la vita quotidiana, possono essere classificati come disturbo ossessivo-compulsivo post-partum (OCD).DI PIÙ: Una gravidanza sana Le future madri vengono spesso sottoposte a screening per la depressione postpartum, ma non per eccesso di ansia e DOC, secondo la psicologa Kiara Timpano, Ph.D., dell'Università di Miami. Lei e un team di ricercatori della Florida State University e della University of North Carolina-Chapel Hill hanno sviluppato un programma di prevenzione e stanno pubblicando i risultati delle loro indagini sul Journal of Psychiatric Research. "La terapia cognitivo-comportamentale (CBT) è una delle più trattamenti efficaci per i disturbi d'ansia, e abbiamo sviluppato il nostro programma di prevenzione intorno a questo quadro ", dice. "Questo breve curriculum di prevenzione basato sulla CBT è stato incorporato nelle tradizionali lezioni di educazione al parto, rendendo il programma fattibile e relativamente facile da amministrare." Inoltre lo ha reso privo di droghe. Timpano sottolinea che, mentre c'è molto da imparare su OCD, ci sono prove che gli antidepressivi che regolano il sistema di serotonina sono "straordinariamente efficaci nel trattamento del DOC; altri farmaci non funzionano altrettanto bene ", dice. Tuttavia, le mamme che allattano (e altre) potrebbero non volere far scoppiare le pillole di prescrizione, per quanto efficaci, quindi una terapia basata sulla CBT può essere preferibile. Il gruppo ha anche ricercato quali madri avessero un rischio maggiore per i sintomi di OC postparto. Sulla lista di controllo: livelli più elevati di ansia prima della gravidanza, un preesistente disturbo d'ansia e certi tipi di convinzioni (come la necessità di controllare i cosiddetti pensieri "cattivi" o la paura che i pensieri equivalgano alle azioni). Queste madri spesso non hanno ricevuto l'aiuto di cui hanno bisogno, dice Timpano, che può essere schiacciante per l'intera famiglia e può contribuire alla depressione postpartum. "Nell'ultimo decennio c'è stata una crescita enorme nella nostra comprensione della depressione postpartum, "Dice", ma ciò che molti non realizzano è che le difficoltà con l'ansia durante il periodo perinatale sono anche molto diffuse e possono essere incredibilmente devastanti. "La buona notizia: le mummie nel programma di prevenzione hanno sperimentato meno ansia postpartum rispetto alle donne nel consueto parto classe, ed erano meno ansiosi fino a sei mesi dopo l'evento benedetto. I ricercatori sperano che questo porterà le madri a essere sottoposte a screening per i sintomi post partum OC, proprio come spesso sono per la depressione.DISCUTERE: Strategie di depressione e ansia "Questo ci consentirebbe di catturare quei genitori che stanno lottando presto", dice Timpano, e "ottenere loro l'aiuto e gli strumenti di cui hanno bisogno". Quindi possono concentrarsi su cose importanti, come allevare il loro piccolo Baby Einstein o Mini Mozart.

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add