Chiedi a uno scienziato: perché sbadigliando è contagioso?

Chiedi a uno scienziato: perché sbadigliando è contagioso?

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Lo scienziato: Gordon G. Gallup, Jr., Ph.D., psicologo evolutivo presso la State University di New York ad AlbanyLa risposta: Molte persone hanno provato la sensazione di sbadigliare quando vedono sbadigliare qualcun altro, se sono stanchi o meno. Potrebbe essere in reazione ad un amico o un familiare, o ad un estraneo che vedono in metropolitana. In effetti, le persone spesso sbadigliano quando vedono semplicemente un'immagine di qualcuno che sbadiglia o legge del fenomeno. Ma nonostante decenni di ricerca, gli scienziati non sono ancora sicuri al 100% sul perché e come si verificano sbadigli contagiosi. La teoria principale è che lo sbadiglio contagioso si è evoluto come un modo per tenere i branchi di animali, compresi gli umani, più vigili. Se un membro si stancava e sbadigliava, altri sbadigliavano per segnalare che tutti avevano bisogno di essere più vigili mentre esaminavano i predatori in agguato. Diversi studi hanno collegato lo sbadiglio contagioso alla capacità di empatia delle persone, cioè la loro capacità di interpretare ciò gli altri si sentono. Le persone hanno maggiori probabilità di sbadigliare in risposta ai loro amici intimi e ai familiari, piuttosto che a un estraneo. Gli umani possono catturare sbadigli dagli scimpanzé o da animali a cui hanno una forte connessione, come i loro cani. D'altra parte, le persone con autismo o schizofrenia - che non sanno leggere bene le emozioni degli altri - non catturano gli sbadigli. Lo sbadiglio contagioso non si sviluppa fino ai tre-cinque anni. Quindi, mentre i bambini passano molto tempo a sbadigliare, specialmente nei loro primi mesi, non lo fanno quando gli altri lo fanno. È qualcosa in cui cresciamo. Sbadigliare ancora?DI PIÙ: Perché la gente in Arizona sembri di più

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add