Diane De Poitiers: Victim Of Vanity?

Diane De Poitiers: Victim Of Vanity?

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Oggigiorno le donne si rivolgono alla chirurgia plastica, ai trattamenti cosmetici e alle creme costose che promettono risultati miracolosi nel tentativo di tornare indietro nel tempo. Ma il desiderio di apparire giovane per sempre non è nuovo. Le donne lo sentivano sempre e alcuni arrivavano al punto di usare i rimedi velenosi che alla fine li uccidevano. Una delle vittime più famose di questo desiderio fu Diane De Poitiers, amante di Enrico II, re di Francia. Aveva vent'anni più di lei. Ma chi era Diane De Poiters? E come è riuscita a mantenere il suo giovane amante reale affascinato fino alla morte?

Chi era Diane De Poitiers?

Diane era una donna bellissima, con una pelle di porcellana impeccabile e lucenti ciocche dorate. Ma non erano solo i suoi sguardi a incantare gli uomini. Diane, una vedova con due figli che aveva servito come dama di compagnia in una successione di regine francesi, era una donna istruita per gli standard del suo tempo, spiritosa, intelligente, elegante e una appassionata sportiva e amante dell'arte. E quando il giovane principe Henry, di 12 anni, che aveva trascorso alcuni anni come ostaggio del re spagnolo, alla fine tornò a casa, Diane fu scelta per insegnargli i modi cortesi. Henry era già affascinato da lei, ma per alcuni anni non accadde nulla.

Nel 1538, Henry e Diane divennero infine amanti. Era sulla trentina, aveva solo diciannove anni. E sposato con Caterina De Medici. Le due donne erano rivali per l'affetto di Henry, ma era chiaro che Diane era la vincitrice (ma lei insistette perché Henry prestasse più attenzione a sua moglie in pubblico e generasse figli con lei). E quando divenne re nel 1547, lei era il potere dietro il trono e responsabile di praticamente tutto. Il re le ha persino permesso di firmare lettere ufficiali (che aveva anche scritto) con "HenriDiane" (e pensavi che soprannomi come Brangelina e Zanessa fossero un'invenzione moderna ..). Ma le padrone reali detengono il potere solo fino alla morte del re e quando Henry improvvisamente muore nel 1559, Diane deve fare i bagagli e ritirarsi in una delle sue tenute di campagna.

I segreti di bellezza di Diane De Poitiers

Si diceva che Diane fosse ancora straordinariamente bella anche a 50 anni. Ma questa bellezza ha un costo molto alto. Diane si esercitava correndo ogni giorno, cacciando e cavalcando, nuotando nelle fredde acque del fiume e seguendo una dieta rigorosa. Ogni giorno, faceva anche il bagno, seguito da massaggi eseguiti con oli profumati e altri intrugli di bellezza. Tutto ciò indubbiamente ha aiutato, ma Diane ha avuto un altro, più pericoloso segreto di bellezza: ha bevuto oro.

Bere oro era abbastanza comune tra le donne benestanti durante il Rinascimento. Allora, l'oro era considerato un elisir di vita e quindi era un trattamento prescritto per un'ampia varietà di malattie. Inoltre, si pensava che l'oro avesse proprietà afrodisiache e preservasse la giovinezza e la bellezza, tutto ciò che era essenziale per un'amante, specialmente quando il suo amante era un re molto più giovane. Mentre il trucco sembrava aver funzionato (Henry non era sempre fedele a lei, ma il suo fascino e il suo amore per lei non si fermavano mai), l'aveva anche avvelenata.

Quando i suoi resti sono stati riesumati ed esaminati nel 2009, gli esperti forensi hanno notato che, per una donna che conduceva uno stile di vita sano e attivo, le sue ossa e i suoi capelli erano molto fragili. Entrambi sono sintomi di intossicazione da oro. La sua carnagione bianca era anche causata dall'anemia, conseguenza del consumo di oro potabile. Quando una ciocca dei suoi capelli era ancora conservata allo Chateau d'Anet, il luogo in cui morì, fu provato, si trovò che conteneva 500 volte il livello normale del metallo prezioso! Alla fine, l'ha uccisa. Morì a 66 anni, ancora bella. E anche se è vero che ha avuto una vita notevolmente lunga per gli standard del suo tempo, avrebbe potuto essere ancora più lunga se non si fosse avvelenata.

Alla fine, il prezzo da pagare per l'eterna giovinezza ne vale davvero la pena?

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add