La tua sofferenza interiore sta nella via della felicità?

La tua sofferenza interiore sta nella via della felicità?

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Quando vado a fare jogging, a volte noto un sassolino nella mia scarpa. All'inizio cerco di sintonizzarlo, ma più lo ignoro, più mi accorgo dell'incessante spunta nel mio piede. In qualche modo, mi convinco che dovrei continuare a fare jogging; dopo tutto, sono già arrivato così lontano! Alla fine, una volta che il disagio è diventato insopportabile, mi fermo e rimuovo il ciottolo dalla mia scarpa. Dopodiché, il mio jogging è molto più semplice e comodo. Come lo scenario di ghiaia, fermandosi intenzionalmente durante la nostra routine quotidiana e affrontando problemi perpetui, può fare un'enorme differenza a lungo termine. Prima di continuare il tuo viaggio di felicità, chiedi te stesso perché sei determinato a stare meglio. Per molti di noi, la vera risposta a questa domanda è semplice e innegabile: stiamo soffrendo.QUIZ: Determinare la soddisfazione della vita. Essere felici significa provare pace interiore e sofferenza minima. Per rendere fruttuosa e proficua la nostra ricerca della felicità, dobbiamo rivolgerci verso l'interno. Lì, ad attenderci, è un profondo dolore emotivo. La nostra ricerca avrà molto più successo quando comprendiamo la natura di questo dolore e come può essere alleviato. La sofferenza interna è tipicamente correlata al provare emozioni negative come ansia, depressione e rabbia. L'attenzione e la compassione sono potenti rimedi per gli effetti dolorosi di queste emozioni. Confuso? L'esperto di meditazione Zen e autore di best-seller Thich Nhat Hanh offre un'analogia utile per comprendere questo processo. Immagina che dentro di te sia il tuo "bambino interiore", che grida conforto e nutrimento. (So ​​che questo sembra cliché e hokey, ma stai con me.) Più a lungo il bambino interiore vive senza cura e attenzione, più forte lui o lei piange. Se dovessimo rivolgere intenzionalmente la nostra attenzione verso il nostro bambino e fornire compassionevole, amorevole cura, la sua sofferenza si attenuerebbe.DI PIÙ: Allenati per essere più feliceApprendi le tue emozioni negative e la tua sofferenza interiore esattamente nello stesso modo. Questo può essere molto difficile da fare. Potremmo renderci conto di aver trascurato la nostra sofferenza fingendo che non ci sia, desiderando che scomparisse o distraggiandoci con soluzioni temporanee come cibo, televisione o alcol. Nel momento in cui affrontiamo la nostra sofferenza con l'amore e la compassione di uno stretto familiare o di un amico, iniziamo a capire che noi, come esseri umani, siamo Di Più rispetto alle nostre emozioni negative. Siamo in grado di osservare l'esistenza del nostro dolore e prenderci cura di esso con calore e cura. Questo atto compassionevole di volgerci verso l'interno e darci l'amore di cui abbiamo bisogno si chiama amore per se stessi. L'amore per se stessi non deve essere confuso con il narcisismo, la vanità o l'autoassorbimento. Piuttosto, l'amor proprio è accettare te stesso come sei e perdonare te stesso per non essere perfetto. È l'atto di amarti con la stessa considerazione e il calore con cui possiamo amare il nostro coniuge, figlio, genitore o migliore amico. L'amor proprio richiede una scelta cosciente e consapevole per riconoscere le nostre emozioni negative e teneramente le cure per loro. Sebbene l'amor proprio possa sembrare astratto, ci sono modi molto concreti per praticarlo. Alcune delle tecniche più efficaci sono esercizi di respirazione che ci aiutano a concentrarci sulla guarigione. Identificando un'emozione negativa che fa parte della nostra sofferenza, possiamo esprimere il riconoscimento e l'amore verso quell'emozione e, quindi, verso noi stessi. Sembra difficile? Prova questo esercizio di respirazione utile:

  • Siedi comodamente in un posto tranquillo.
  • Dopo aver inspirato, pensa a te stesso "Mia cara [emozione negativa], so che ci sei.”
  • Dopo aver espirato, pensa a te stesso "Mi sto prendendo cura di te. "
  • Continua a respirare e a ripetere l'esercizio per circa cinque-dieci minuti.

Questo semplice atto è una dimostrazione potente e radicale di amore e compassione per te stesso. All'inizio, il dolore che riconosci e ti preoccupi può sembrare travolgente, ma la guarigione è iniziata. Con la pratica e la pazienza, un giorno la guarigione sarà completa.DI PIÙ: La connessione Food-MoodQuesto esercizio di respirazione può sembrare strano, ma studi recenti suggeriscono che la pratica dell'amore di sé è efficace nel promuovere emozioni positive e benessere. Uno studio sperimentale ha scoperto che la pratica della meditazione sulla gentilezza amorevole (un altro esercizio per migliorare l'amore di sé) ha portato a maggiori esperienze di emozioni positive come gioia, gratitudine, speranza e timore reverenziale. Di conseguenza, questi partecipanti hanno riportato molti risultati desiderabili tra cui uno scopo più elevato nella vita, l'auto-accettazione e la soddisfazione della vita, oltre a una diminuzione dei sintomi della depressione. In effetti, uno studio di follow-up ha rivelato che questi benefici sono rimasti oltre un anno dopo! Questi risultati supportano ciò che gli insegnanti di tutto il mondo hanno sostenuto per migliaia di anni: l'amor proprio è un potente veicolo per raggiungere la felicità. Ironicamente, la pratica dell'amore di sé può aiutarci ad amare anche gli altri. Se hai qualcuno nella tua vita che sei risentito, ricorda che lui o lei sta soffrendo proprio come te. L'amore di sé ci aiuta a relazionarci con il dolore degli altri quando riconosciamo compassionevolmente che hanno bisogno dell'amore proprio come qualsiasi essere umano. Infatti, nello studio menzionato sopra, le persone che praticavano l'amor proprio hanno riferito relazioni più positive con gli altri! Forse siamo capaci di amare veramente le altre persone solo quando abbiamo amore per noi stessi. Stare fermamente su un fondamento di auto-amore incondizionato ci permette di amare gli altri senza paura o esitazione. Ricorda che se hai un forte dolore emotivo, è consigliabile consultare un professionista qualificato che può darti un trattamento appropriato.Tuttavia, se stai lottando per trovare la felicità, prendi in considerazione la possibilità di riflettere e riflettere su ciò che senti dentro. Trova il coraggio di affrontare la sofferenza interiore che grida per il tuo amore e conforto. Così facendo ti aprirai ad una rivelazione potenzialmente in grado di cambiare la vita: l'amor proprio. Ciò potrebbe alterare per sempre il corso e la destinazione del tuo viaggio verso la felicità.

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add