Vendendo la felicità

Vendendo la felicità

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Recentemente mi sono ritrovato nel bel mezzo della preparazione per una mossa transnazionale con un bimbo esigente e pignolo per tenermi compagnia. Inutile dire che mi sentivo un po 'stressato! Così ho preso una pausa TV, sperando di trovare qualcosa che mi aiutasse a rilassarmi e forse anche a portarmi un po 'di felicità. Fortunatamente, ho trovato proprio quello che stavo cercando, ma in un posto piuttosto inaspettato. Ho visto uno spot Golden Corral che annunciava un evento che ha cambiato la mia vita: Wing Fest! Mentre descrivevano le loro ali di pollo famose in tutto il mondo, sentii un lontano barlume di speranza nel profondo del mio cuore; forse la felicità potrebbe essere la mia, dopo tutto! Tuttavia, avevo ancora qualche dubbio sul fatto che il Wing Fest potesse portarmi la sublime felicità che stavo cercando. E poi, non ho più dubitato. Per concludere la loro pubblicità, Golden Corral ha recitato il loro slogan aziendale: Aiutati alla felicità. Ero scioccato, eppure sollevato. Ho sempre creduto che la felicità non venisse facilmente, nonostante gli sforzi intenzionali che potremmo fare per raggiungerla. Non avrei mai immaginato che la felicità sia disponibile in quantità illimitate in una catena nazionale a buffet!DI PIÙ: La psicologia della pubblicità alimentare Non preoccupatevi: non sono impazzito. Aiutati alla felicità è ovviamente uno slogan ridicolo, ma serve a ricordarci di un problema serio nella nostra cultura. Gli inserzionisti aziendali sono ben consapevoli della mania della felicità che investe il nostro paese e vogliono capitalizzarlo. Come molti altri, Golden Corral sta goffamente tentando di associare la felicità, la cosa che tutti vogliono, con il loro marchio di cibo a buffet mediocre. I consumatori sono veramente così sciocchi da cadere per questo? Siamo più propensi ad andare al Golden Corral perché ci hanno assicurato che ci aiuteremo non solo a produrre enchiladas o ali di bufalo, ma a la felicità stessa"La maggior parte della gente crede che non siano così sciocchi da cadere per uno stratagemma di marketing così trasparente. Tuttavia, il problema è un po 'più profondo di questo. Nei loro tentativi di associare il loro marchio al nebuloso concetto di felicità, gli inserzionisti aziendali lo sono Ridefinendo il termine stesso. In effetti, se hai chiesto a poche persone a caso di definire la felicità o come sentirla, ti sarà difficile sentire la stessa risposta due volte; alcune persone pensano che la felicità provenga dalla ricchezza materiale, mentre altri pensano che una remota esistenza monastica sia l'unica vera via di felicità. Gli inserzionisti sono consapevoli di questa ambiguità che circonda la felicità e stanno tentando di convincerci che può essere trovato in qualsiasi prodotto o servizio che stanno vendendo. Questo è motivo di preoccupazione. Le persone hanno già meditato il significato della felicità per millenni; campagne di marketing aggressive che schiaffeggiano la felicità e generosi aiuti della bistecca sminuzzata rendono ancora più confusa questa importante questione. Quindi cosa dobbiamo fare? Come possiamo districare gli slogan corporativi manipolativi da una ricerca meritevole di felicità?DI PIÙ: Quali sostanze chimiche sono in agguato nel tuo pasto di valore? In primo luogo, fai attenzione ai messaggi che giocano al nostro naturale desiderio di auto-gratificazione; la vera felicità non deriva dall'indulgere in ogni piacere sensuale. Mi è sicuramente piaciuto mangiare alla mia parte di buffet, ma quel godimento si trasforma in un mal di stomaco solo poche ore dopo! Non c'è nulla di sbagliato nel piacere fisico, purché sia ​​nella moderazione e non al centro della nostra vita quotidiana. Secondo, gli inserzionisti cercheranno di convincerti che se hai appena avuto loro prodotto, la vita sarebbe molto più facile e migliore da vivere. Nella maggior parte dei casi, questo non è semplicemente vero. Gli sforzi di ricerca sostanziali suggeriscono che, all'inizio, troviamo il godimento da un nuovo televisore, da uno smartphone o da qualche altro gadget. Tuttavia, è generalmente solo una questione di mesi prima del divertimento che una volta sentivamo tutti, ma scompare; ci adattiamo agli acquisti di materiale. Pertanto, quando possibile, cerca di spendere i tuoi soldi per acquisti basati sull'esperienza (ad esempio, viaggiare, vedere musica dal vivo o visitare musei) piuttosto che acquisti materiali, come un gioiello o una decorazione di fantasia. Siamo tutti alla ricerca della felicità e gli inserzionisti lo sanno. Sii resiliente e non permettere a nessuno con un evidente incentivo finanziario di dirti cos'è la felicità. Ora, se mi vuoi scusare, Wing Fest ti aspetta!QUIZ: Trova il tuo quoziente di felicità reale

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add