Cosa significa in-vitro?

Cosa significa in-vitro?

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Sai chi sono. Sono uno scettico.

Se vuoi che io creda che l'estratto di quel raro fiore blu che fiorisce solo a mezzanotte nella foresta pluviale di alcune sperdute isolette cancelli le mie rughe e mi faccia sembrare 10 anni più giovane, faresti meglio ad avere degli studi scientifici per sostenerlo .

Seri studi scientifici, intendo.

Il tipo fatto su persone reali. Molti di loro.

Non del tipo fatto in una capsula di Petri. Quelle non valgono molto. Ecco perché:

In-vitro vs in-vivo

Puoi fare studi scientifici sia in-vitro che in-vivo.

Vitro viene dal latino e significa "vetro". Questi studi sono condotti su cellule della pelle in una capsula di Petri.

Puoi vedere le limitazioni, giusto? Questi studi possono dirci come una sostanza agisce su cellule cutanee isolate. Ma sul tuo corpo, le cellule della pelle non sono isolate.

Quindi, solo perché la ricerca in-vitro dice che qualcosa è fantastico, non significa che lo sia. Qualcosa che funziona bene in-vitro potrebbe non funzionare affatto o addirittura essere nocivo in-vivo.

In-vivo è su una persona reale. E gli studi fatti su persone reali spesso confutano i risultati di quelli fatti in una capsula di Petri.

I test in vitro vengono eseguiti su cellule della pelle in una capsula di Petri, non su persone reali. Non fidarti di loro! Clicca su Tweet

Quali sono i limiti dei test in-vitro?

Le cellule della pelle su una capsula di Petri non sono attaccate al resto del corpo, ovviamente. Così, quando uno studio è fatto in-vitro, non abbiamo modo di sapere quanto profondo possa penetrare un ingrediente nella pelle.

Questo è importante per due ragioni:

  1. I migliori ingredienti per la cura della pelle, come retinolo e vitamina C, devono penetrare nella pelle e raggiungere le cellule sotto lo strato superiore corneo per lavorare la loro magia. Se fossero rimasti in superficie, non avrebbero fatto molto.
  2. Se qualcosa può penetrare nel corpo, potrebbe potenzialmente essere dannoso per la nostra salute. Prima di mettere qualcosa sulla nostra pelle, dobbiamo assicurarci che ciò che entra sia sicuro e non causi problemi.

I risultati in-vitro non traducono automaticamente in vivo.Ciò non rende questi test inutili. Alcuni ingredienti che hanno dimostrato di essere promettenti in vitro si sono rivelati efficaci anche in-vivo. Ma i risultati in-vitro dovrebbero SEMPRE essere verificati con test in-vivo.

Un esempio? Peptidi.

I peptidi sono davvero caldi in questo momento. I marchi li stanno mettendo ovunque, urlando dai tetti come incredibilmente bene combattono le rughe.

Cosa non ti dicono?

Questi studi sono stati fatti quasi sempre in-vitro. Significa che non funzionano? No. Potrebbero funzionare davvero bene, ma finché non avrò visto queste affermazioni confermate da test in vivo, non mi troverai a spalmarmi di crema solo perché ha dei peptidi.

La linea di fondo

La prossima volta che un'azienda cosmetica tromba uno studio per promuovere i suoi prodotti, guarda la stampa fine. Lo studio è stato fatto in-vitro? Se è così, non comprare ancora l'hype. Aspetta che la ricerca in vivo confermi (o smentisca) quei risultati. Questo è quando sai se qualcosa funziona davvero (o meno).

Ti affidi a studi scientifici per dirti se un prodotto per la cura della pelle funziona o meno? In tal caso, quanto ti fidi dei test in-vitro?

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add