I dolcificanti artificiali sono immersi nel metabolismo

I dolcificanti artificiali sono immersi nel metabolismo

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Sappiamo che le notizie sui dolcificanti artificiali possono lasciare un sapore amaro in bocca. Le prime persone avevano paura che la saccarina causasse il cancro. (Ora sappiamo che non c'è pericolo, a meno che tu non stia mangiando quotidianamente porzioni di Sweet'N Low di dimensioni di dinosauro.) Poi è stato rivelato che gli edulcoranti non calorici possono farti desiderare lo zucchero vero e portare ad un aumento di peso. (È vero). E ora c'è un'altra notizia non così dolce: mangiare e bere cibi e bevande artificialmente addolciti può effettivamente cambiare i batteri nel tuo intestino e rendere più difficile per il tuo corpo elaborare lo zucchero reale. Questo sta diventando complicato .

"Potrebbe essere difficile inghiottire l'idea che gli edulcoranti non calorici siano cattivi come lo zucchero (che conosciamo come un salutare salute e bellezza in molti modi), ma è ora di rinunciarvi."

Uno studio del settembre 2014 sulla rivista Nature, testando alcuni umani e molti soggetti di topo, ha rilevato che il consumo di grandi quantità - equivalenti al massimo giornaliero fissato dalla FDA - di dolcificanti artificiali non calorici, tra cui sucralosio (Splenda), saccarina ( Sweet'N Low) e l'aspartame (Equal), portano a intolleranza al glucosio o all'incapacità del corpo di assumere correttamente zucchero dal flusso sanguigno nelle cellule. L'intolleranza al glucosio è una disfunzione metabolica associata all'obesità, è un precursore del diabete di tipo 2 e causa disfunzione delle tue proteine, come la diminuzione della capacità dell'emoglobina di rilasciare ossigeno alle cellule. I ricercatori hanno scavato più a fondo e scoperto quello che sembra essere un -altrimenti il-ragionare. In qualche modo, questi dolcificanti artificiali stavano cambiando il complesso equilibrio dei batteri nell'intestino, che può avere effetti importanti sul metabolismo (per non parlare di una miriade di altre funzioni). Questo cambiamento nei batteri ha prodotto qualcosa (molto probabilmente una proteina) che assorbi nel sangue che ha cambiato la tua capacità di usare normalmente l'insulina. Quei cambiamenti hanno reso quattro dei sette soggetti umani sani più intolleranti al glucosio, cioè allo zucchero vero.Quindi, se non hai avuto problemi a metabolizzare lo zucchero prima di essere agganciato alla dieta a base di sodio, potresti in seguito.La linea di fondo: Potrebbe essere difficile ingoiare l'idea che gli edulcoranti non calorici siano cattivi come lo zucchero (che conosciamo come un salutista e di bellezza in molti modi), ma è ora di abbandonarli. Puoi svezzarti lentamente - mezza bustina nel caffè questa settimana, un quarto di pacchetto la settimana dopo, e così via - e alla fine non ti mancheranno più. E se senti il ​​bisogno di qualcosa di dolce, prendi una piccolissima parte della roba vera, una foglia di Stevia, o meglio ancora una spezia come la cannella.DI PIÙ: Acqua di cocco: non un super-drink dopotutto

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add