Divorziato a 26: Come ho trasformato il mio dolore nel mio scopo

Divorziato a 26: Come ho trasformato il mio dolore nel mio scopo

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Sono stato beatamente ingenuo quando mi sono sposato. Una sposa arrossita a 22 anni, ero avvolta in registri di tulle e regali, mazzi di fiori e ballo da sala, sognando gli anniversari di matrimonio a venire. Sarei diventato la signora W e adesso la vita potrebbe cominciare. Se solo avessi saputo il dolore che stava per accadere. Immediatamente, abbiamo incontrato ostacoli nel nostro matrimonio. Abbiamo rimbalzato assegni, combattuto in funzioni familiari e disaccordo su come osservare la religione nella nostra casa. Mi sentivo solo nella mia cosiddetta vita "perfetta". Tre anni più tardi, l'abbiamo chiamato in sospeso.Divorce non mi era mai passato per la mente da bambino. I miei genitori sono sposati da 49 anni, i miei nonni si sono sposati per 68 anni. Eppure ero lì, all'età di 26 anni, e il mio matrimonio era finito. Il giorno dopo la mia separazione, la mia migliore amica si è sposata, mio ​​padre ha smesso di parlarmi e sono caduto nella profonda depressione di sentirmi come un insuccesso. Ho divorato la sezione di auto-aiuto per le parole che avrebbero lenito il mio dolore. Sfortunatamente, ogni libro di "divorzio" si concentrava sulle battaglie per la custodia e risale dopo il 50. Totalmente inutile per me. Disperato, ho setacciato Internet per qualcosa di rilevante. Ho trovato la bacheca di iVillage, "Divorziata e Under 30" ed ero a casa. Leggendo le storie di altre donne, mi sentivo capito e convalidato e ho iniziato a guarire. Con il tempo, sono diventato il leader del consiglio di amministrazione e ho trovato una profonda passione (e talento) per sostenere e incoraggiare le donne sul loro cammino. Anni dopo, ho reso la responsabilizzazione delle donne la mia professione. In fine, il mio cuore spezzato mi ha portato a diventare un allenatore della felicità; anche tu puoi trasformare il tuo dolore in uno scopo. Infatti, i ricercatori di punta Todd Kashdan e Patrick McKnight hanno scoperto che reagire a un evento trasformativo è uno dei principali modi in cui le persone trovano il loro scopo. Come è stato documentato nel libro di fondazione sullo scopo della vita, "La ricerca dell'uomo del significato", dal compianto Viktor Frankl, la sofferenza spesso ispira la ricerca di significato e scopo nella vita. Ad esempio, da quando è stata diagnosticata la malattia di Parkinson nel 1991, l'attore Michael J. Fox ha creato una fondazione che ha finanziato più di $ 450 milioni per trovare una cura per la malattia. Allo stesso modo, considera Ryan Lewis (di Macklemore e Ryan Lewis), che ha lanciato il progetto 30/30 per fornire accesso a cure mediche a prezzi accessibili in tutto il mondo dopo aver annunciato pubblicamente ad aprile che sua madre è HIV positiva. La depressione è una parte necessaria della vita. Perderai i tuoi cari, potresti subire incidenti o potresti dover affrontare una malattia. La domanda è cosa fai con quel dolore. Consentirai alla disperazione di rovinare la tua vita in modo terminale o accetteresti il ​​dolore e poi chiederai a te stesso: "Cosa farò al riguardo?" L'uso del tuo dolore come carburante per lo scopo è energizzante. Ti dà il controllo, ti permette di avere potere sull'esito delle tue circostanze e ti abilita a realizzare i tuoi sogni. Probabilmente conosci il disturbo post-traumatico da stress (PTSD) debilitante. I ricercatori hanno recentemente iniziato a studiare il suo opposto: "crescita post-traumatica" o PTG. Il PTG è un fenomeno che si verifica quando la tua lotta con una nuova realtà dopo la tragedia porta a cambiamenti positivi e ad una maggiore soddisfazione della vita. Gli scienziati ritengono che i fattori di PTG includano un maggiore apprezzamento per la vita, un mutato senso delle priorità, relazioni più profonde e più connesse, una maggiore forza personale, uno sviluppo spirituale e il riconoscimento di nuove possibilità nella vita. (Questo è stato certamente il caso del mio divorzio: improvvisamente ho capito che G-d mi ha dato di scrivere, parlare e allenare talenti per aiutare altre donne come me.) È interessante notare che gli scienziati scoprono che PTSD e PTG possono accadere simultaneamente. Non devi immediatamente rimbalzare da una tragedia per realizzare qualcosa di meglio in conseguenza di ciò. Non è la stessa tragedia che ti guida sul tuo nuovo sentiero, ma la tua reazione ad esso - e questo probabilmente includerà anche il dolore e l'ispirazione. Certamente, il dolore richiede un'adeguata quantità di attenzione e di tenerezza prima di reagire con uno scopo. Devi prima sentire il dolore per attraversarlo. Sentirsi tristi è sano; lasciare che la tristezza degeneri in depressione debilitante non lo è. Sentire la paura è normale; lasciare che la paura si trasformi in un panico paralizzante è dannoso. Un mio buon amico ha recentemente perso il lavoro. Una madre single, inizialmente fu presa dal panico e paralizzata dalla paura. Ma poi ha visto il lato positivo. Si era stancata delle regole aziendali e della crescita laterale e nutriva un desiderio segreto di avviare la propria attività. Inoltre, era motivata a mostrare ai suoi ex datori di lavoro ciò che avevano lasciato andare. Il suo dolore divenne presto un carburante per uno scopo: costruì un sito Web che offre i suoi servizi come libero professionista. Proprio questa settimana, ha firmato il suo primo cliente.Click per quattro suggerimenti per aiutarti a trasformare il tuo dolore nel tuo scopo.Senti il ​​dolore e lascia che si muova. Combattere la tristezza con una faccia finta e felice, o rimproverarti di non essere "supposto" di provare paura, fa solo peggiorare il dolore. Devi accettarlo ed essere gentile con te. Dì a te stesso, "Mi sento triste e va bene." Solo dicendo che ad alta voce si dissolverà parte del dolore. Probabilmente ripeterete questo passaggio molte volte e va bene.Comprendi la radice del tuo dolore. Cerca di conoscere il tuo dolore. Qual è la paura nascosta sotto? C'è vergogna? C'è un desiderio più grande? Per esempio, la radice della mia ansia da divorzio riguardava la mia profonda vergogna di non essere in grado di vivere fino all'impossibile livello di perfezione che pensavo di dover essere.Chiediti cosa hai imparato. Cosa diresti a una quindicenne sulla tua situazione? Come consiglieresti loro di affrontare le radici del dolore? Quali lezioni di vita vuoi trasmettere? La più grande lezione del mio divorzio è stata che ognuno di noi è unico ed è OK vivere in modo fedele a se stessi, al di là di ciò che gli altri vogliono che tu sia, faccia e abbia.Adesso metti le tue conoscenze al lavoro. Come puoi attivare queste lezioni? Ad esempio, la mia amica ha imparato che voleva davvero lanciare la propria attività. Allo stesso modo sono stato spostato dopo il mio divorzio per condividere le mie lezioni con altri come me. All'inizio, l'ho fatto sulla scheda iVillage. Poi sono diventato consigliere di ragazze adolescenti. Successivamente, ho ottenuto il mio master in psicologia applicata positiva e sono diventato un allenatore di felicità. E proprio questa settimana ho pubblicato la mia storia nel libro "Pebbles in the Pond" (Wave 3),insieme ad altri autori di trasformazione che condividono anche il modo in cui hanno trasformato il dolore in uno scopo. Anche tu puoi attivare le tue lezioni di vita per creare nuove tracce, creare una vita che desideri e / o avere un impatto sugli altri. Quindi, come trasformerai il tuo dolore in uno scopo?QUIZ: Metti alla prova la tua soddisfazione di vita

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add