Protesi mammarie rendono più difficile scoprire questo importante problema di salute nelle donne

Protesi mammarie rendono più difficile scoprire questo importante problema di salute nelle donne

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Secondo una nuova ricerca, le donne con protesi mammarie hanno una maggiore probabilità di ottenere una falsa lettura durante un test dell'elettrocardiogramma (ECG) che aiuta a valutare il ritmo cardiaco e l'attività elettrica del paziente. Durante una fiera medica a Vienna questa settimana, un team di cardiologi ha presentato nuovi risultati che collegavano le protesi mammarie con risultati ECG anormali.

Lo studio ha incluso 48 donne della stessa età; 28 con protesi mammarie e 20 senza. Quando i risultati dell'ECG del partecipante sono stati analizzati da due elettrofisiologi, il 38% delle donne con protesi mammarie aveva ECG classificati come anormali dal primo elettrofisiologo, mentre il secondo elettrofisiologo riteneva che il 57% fosse anormale.

Potrebbe piacerti anche: come fare finta di avere un seno dall'aspetto perfetto

"La nostra esperienza dimostra che le protesi mammarie rendono difficile vedere il cuore con l'ecocardiografia perché gli ultrasuoni non possono penetrare attraverso l'impianto", ha detto il cardiologo e autore principale dello studio, Dr. Sok-Sithikun Bun. "Volevamo scoprire se anche gli impianti interrompere un ECG. "

Secondo Mount Pleasant, SC, il chirurgo plastico Thomas Hahm, MD, i pazienti con impianti dovrebbero essere consapevoli di questo fatto prima di sottoporsi a un elettrocardiogramma. "Credo che l'impianto possa interferire con il conduttore elettrico degli elettrodi sul cuore", afferma. "Consiglierei ai pazienti con impianti di essere consapevoli che i loro impianti sono causa di una falsa lettura che richiede ulteriori test e di parlare con il loro medico delle loro preoccupazioni".

Il Dr. Bun consiglia alle donne che stanno pensando di avere un aumento del seno in futuro per fare proattivamente un elettrocardiogramma prima dell'intervento: "Non vogliamo spaventare i pazienti. Ma potrebbe essere saggio avere un ECG prima di un'operazione di protesi mammaria. L'ECG può essere conservato in archivio e utilizzato per il confronto se il paziente ha bisogno di un altro ECG. "

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add