Questo prodotto di bellezza super comune potrebbe essere collegato al cancro al seno

Questo prodotto di bellezza super comune potrebbe essere collegato al cancro al seno

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Un nuovo studio condotto dalla Rutgers School of Public Health ha trovato una connessione tra la tintura dei capelli e l'uso del relaxer e una maggiore possibilità di sviluppare il cancro al seno. I risultati mostrano in che modo questi prodotti influenzano il tuo lavoro e hanno molto a che fare con la tua razza.

Lo studio ha scoperto che le donne afro-americane che utilizzavano tinture per capelli scuri o neri hanno visto un aumento del 51% del rischio di sviluppare il cancro al seno. Questi prodotti hanno anche determinato un aumento del 72% in particolare nel carcinoma mammario estrogeno-positivo, che rappresenta l'80% di tutti gli episodi di cancro al seno, nelle donne afroamericane. Le donne bianche che hanno usato i rilassanti chimici hanno aumentato del 74% il rischio di sviluppare il cancro al seno.

L'autrice principale, Adana Llanos, epidemiologa del Rutgers Cancer Institute del New Jersey e della Rutgers School of Public Health, ha avvertito che questi risultati non provano che questi prodotti causano il cancro, secondo Mail giornaliera.

"Solo perché abbiamo trovato queste associazioni, non significa che se ti tingi i capelli scuri, o di qualsiasi colore, avrai il cancro al seno", ha detto Llanos. "Ma allo stesso tempo, lo studio indica qualcos'altro di cui dovremmo essere consapevoli."

Questo studio ha richiesto 4.285 donne bianche e afroamericane sul loro uso di rilassanti chimici e creme per il condizionamento profondo contenenti colesterolo o placenta. Tuttavia, i ricercatori non hanno chiesto quali sono stati i marchi utilizzati, quindi non è noto quali ingredienti specifici portano a questi risultati.

"Un'ipotesi è che la composizione chimica dei prodotti per capelli commercializzati e utilizzati tra i bianchi possa differire dai prodotti commercializzati per l'uso da parte degli afro-americani", ha detto Llanos. "Sono necessarie ulteriori ricerche per determinare in modo specifico quali composti e sostanze chimiche sono pericolose e anche quali specifici prodotti e marchi di consumo contengono tali sostanze chimiche".

I ricercatori hanno considerato la storia della salute della famiglia, la storia riproduttiva, l'uso di ormoni, l'uso di tabacco, il consumo di alcol, l'attività fisica e l'uso di vitamina dei soggetti per garantire che questi fattori non altererebbero i risultati. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche prima che questi prodotti per capelli possano essere definitivamente etichettati come cancerogeni.

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add