Lo scary scappatoia della FDA che permette ai cosmetici di riportare gli effetti collaterali sugli scaffali

Lo scary scappatoia della FDA che permette ai cosmetici di riportare gli effetti collaterali sugli scaffali

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

I reclami dei consumatori per gli effetti collaterali causati dagli ingredienti dei prodotti cosmetici sono più che raddoppiati rispetto allo scorso anno, secondo un nuovo studio pubblicato nel 2006 JAMA Internal Medicine. I ricercatori della Northwestern University hanno analizzato tutti i reclami presentati al Sistema di segnalazione degli eventi avversi di Applied Nutrition della Food and Drug Administration tra il 2004 e il 2016. I ricercatori hanno scoperto che la maggior parte dei reclami riguardava prodotti per la cura dei capelli e della pelle.

Nel 2015, ci sono stati 706 reclami segnalati alla FDA; nel 2016 quel numero è più che raddoppiato a 1.591. Analizzando il numero di rapporti archiviati nell'arco di 12 anni, i ricercatori hanno riscontrato un aumento del 78% nel 2015 e un aumento del 300% nel 2016.

Potrebbe piacerti anche: tutto ciò che devi sapere sull'ultimo sviluppo della causa WEN

Il dott. Steve Xu, autrice di studio e medico residente nel dipartimento di dermatologia della Feinberg School of Medicine della Northwestern University, ha parlato con Fortuna sui recenti risultati e afferma che dimostrano perché la FDA dovrebbe adottare standard più severi per garantire che i prodotti potenzialmente dannosi non rimangano sul mercato. "I prodotti cosmetici non hanno bisogno dell'approvazione della FDA; sono in gran parte autoregolati ", ha detto il dottor Xu. "Penso che le persone capiscano che una marca di sapone non richiede l'approvazione della FDA prima di essere immessa sul mercato. Ma [ciò che è forse meno capito] è, diciamo che un sapone ti ha causato un problema di irritazione o pelle, e tu dici alla compagnia: la compagnia non ha l'obbligo di inoltrare il tuo reclamo alla FDA, e la FDA non ha alcun valore legale autorità per richiamare il prodotto. "

Per evidenziare i pericoli del sistema attuale, il Dr. Xu cita il caso di Wen Hair Care, che è attualmente oggetto di indagine con la FDA in risposta a 127 lamentele dei consumatori, secondo cui l'utilizzo di prodotti Wen ha prodotto effetti collaterali come irritazione cutanea e la perdita di capelli. "Due anni e mezzo dopo, non sappiamo ancora cosa stia causando i reclami ei prodotti sono ancora sul mercato", ha affermato il dott. Xu. "Non sto sostenendo che abbiamo bisogno di prove cliniche per ogni crema idratante ... Non sono un allarmista. Il messaggio non è "i cosmetici non sono sicuri, buttate via i vostri shampoo e balsami." Ma il nostro sistema è molto reazionario. Questo è problematico, specialmente per le nuove classi di prodotti, come la terapia cellulare o le creme per schiarire la pelle, che non hanno bisogno di approvazione prima di entrare nel mercato. "

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add