Storia dello smalto per unghie

Storia dello smalto per unghie

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Lo smalto per unghie è una vernice usata per dipingere le unghie per proteggerle e renderle più attraenti. In questi giorni arrivano in forma liquida confezionati in simpatici flaconi con spazzole attaccate ai cappucci e sono disponibili praticamente in tutti i colori. Ma sebbene lo smalto per unghie così come lo conosciamo oggi fosse un'invenzione del XX secolo, alcune forme di rivestimento delle unghie possono essere datate al 3000 a.C. nell'antico Egitto e in Cina.

Cina antica

Lo smalto per unghie è nato in Cina nel 3000 a.C. Il cinese ha usato una miscela a base di albumi, cera d'api, gomma arabica e gelatina per colorare le unghie. Un'altra ricetta che hanno usato è stata creata mescolando orchidea, purè di rosa, petali di impatiens e allume. La miscela è stata quindi applicata sulle unghie per alcune ore, lasciando una macchia su di esse. Mentre la Dinastia Chou (600 a.C.) utilizzava oro e argento sulle unghie, per secoli prima i colori della regalità erano rossi e neri.

Antico Egitto

Intorno allo stesso tempo, gli egiziani iniziarono a colorare le unghie con macchie bruno-rossastre derivate dall'henné. Nella loro società, il colore delle unghie significava ordine sociale, denaro e prosperità. Le classi superiori indossavano sfumature di rosso (Cleopatra dipingeva le unghie con un rosso ruggine profondo, mentre Nefertiti preferiva il rosso rubino), mentre alle classi inferiori veniva invece consentito di indossare solo sfumature chiare.

Secoli successivi

È noto che gli Inca usavano dipingere le immagini delle aquile sulle loro unghie. Alcuni nativi americani hanno anche sfoggiato delle unghie colorate anche se non è chiaro come sia iniziato. Nel diciannovesimo secolo, le donne si lucidavano le unghie con un panno e un olio che conferivano loro un aspetto lucido e una tinta rossa. In alternativa, potrebbero usare anche polveri e creme colorate sulle unghie per colorarle, prima di lucidare per un aspetto lucido.

Smalto moderno

Lo smalto moderno è un sottoprodotto della vernice per auto. La vernice per auto fu inventata negli anni '20 e ispirò Michelle Menard, una truccatrice francese che lavorava per la compagnia Charles Revson, che si chiedeva se lo smalto potesse essere creato usando la stessa tecnica. La ditta Revson, che aveva poi cambiato nome in Revlon, iniziò a vendere il primo smalto per unghie nei parrucchieri e nei saloni di bellezza nel 1932 e nel 1937 il prodotto divenne disponibile nei grandi magazzini e nelle drogherie.

Ma fino alla prima parte del 20 ° secolo, le donne in America non avrebbero mai truccato perché quelli che lo facevano erano etichettati con una cattiva reputazione. Fu solo negli anni '40 che le donne "medie" iniziarono a emulare le attrici che sfoggiavano le unghie dipinte nei loro film e le vendite di smalti iniziarono ad aumentare. Oggi anche gli uomini hanno iniziato a indossare smalti per unghie e aziende come Man Glaze e BB Couture hanno realizzato smalti per le unghie a loro destinati!

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add