QVC acquisisce HSN: questo è ciò che potrebbe significare per la bellezza

QVC acquisisce HSN: questo è ciò che potrebbe significare per la bellezza

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

La settimana scorsa potrebbe essere stato uno dei più grandi tratti di vacanza dell'estate, ma era normale come al solito a QVC.

Come il giornale di Wall Street segnalato, QVC sta acquistando la rivale Home Shopping Network (HSN) per oltre $ 2 miliardi. (QVC già il 38 percento delle azioni di HSN.) La fusione si tradurrà in una nuova società, QVC Group (che includerà anche Zulily), con fonti che sostengono che i due continueranno a operare come "marchi distinti" e preserveranno la loro "unicità" identità, culture e clienti che seguono ".

Potrebbe piacerti anche: non indovineresti mai chi compra Elizabeth Arden

I numeri non mentono per la popolarità dei nomi delle famiglie: secondo il Washington Post, "Le due società contano 23 milioni di clienti, anche se potrebbero esserci delle sovrapposizioni e 2 miliardi di visite al sito web, e si combinano per 320 milioni di pacchi spediti ogni anno."

E per quanto riguarda quegli importantissimi numeri di bellezza? Man mano che QVC ha condiviso con noi, il passaggio alla fusione si limiterà a "espandere la diversità di brand e offerta di prodotti" e "rafforzare i portafogli di marca".

Attualmente, HSN fissa il 23% del suo fatturato come categoria bellezza e salute, con nomi come Prai, Lancôme, Serious Skincare e IMAN in quel settore. QVC conta il 17 percento, con Philosophy, IT Cosmetics, Perricone MD e Peter Thomas Roth che compongono il mix. (HSN ha 664 prodotti in diretta ogni settimana, rispetto ai 770 di QVC).

"Siamo entusiasti di dare il benvenuto al team HSNi nella nostra azienda." HSNi ha fondato l'industria quarant'anni fa e l'ha aiutata a crescere con entusiasmanti iniziative come Shop By Remote e integrazioni multimediali con i principali produttori di contenuti. miglioreremo l'esperienza del cliente, accelereremo l'innovazione, sfrutteremo le nostre risorse e talenti per rafforzare ulteriormente i nostri marchi e ridistribuiremo i risparmi per l'innovazione e la crescita ", ha dichiarato Mike George, presidente e amministratore delegato di QVC. "In qualità di eminente rivenditore globale di videocomunicazione e terzo rivenditore di e-commerce e commercio elettronico del Nord America, la società combinata sarà ben posizionata per contribuire a dare forma alla prossima generazione di punti vendita".

Un post condiviso da QVC (@qvc) su

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add