Come andare su un supporto veloce ha aiutato la mia autostima

Come andare su un supporto veloce ha aiutato la mia autostima

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

© Thierry Caro

Ero felice del modo in cui guardavo fino all'età di 14 anni. Fino ad allora i media non avevano mai avuto un ruolo importante nella mia vita, quindi non sapevo di dover guardare in un certo modo per essere amato o degno. Mia madre non era mai stata in Vogue o Marie Claire e le uniche riviste che occasionalmente entravano in casa erano stracci pettegoli che non mi interessavano.

Internet non esisteva. Comunque non a casa mia Sarebbe il regalo dei miei genitori per il mio 18 ° compleanno. TV? Solo un paio d'ore al giorno, un cartone animato o uno spettacolo come Growing Pains. Non è che non mi piacesse la TV. Ho solo cose migliori da fare. Come passare del tempo all'aria aperta, andare in bicicletta, pattinare, giocare a pallavolo e in genere correre con mia sorella e i nostri amici.

Tutto è cambiato quando ho iniziato il liceo. Avevo molti compiti, quindi ho iniziato a passare più tempo in casa. Dopo, mi rilasserei semplicemente guardando la TV. Sitcom, film, MTV, qualunque cosa fosse attiva. Ho anche scoperto delle riviste per adolescenti e ho divorato tutti i loro stupidi consigli su come apparire più belli, convincere i ragazzi a piacervi, diventare famosi e avere molti amici (tutte le cose per le quali il caldo era apparentemente molto importante ...).

Pensavo fosse divertente innocuo. E ancora, più i media hanno invaso la mia vita, peggio ho sentito di me stesso. Leggere le riviste, guardare la Tv ... all'inizio mi è piaciuto, ma, dopo un po ', e senza nemmeno accorgermene, ho cominciato a sentirmi male. Continuavo a vedere tutte queste donne bellissime, con la loro pelle perfetta e corpi perfettamente levigati, senza cellulite, e mi chiedevo perché non potevo sembrare così.

© Anton Novoselov

Certo, sapevo che avevano stilisti, parrucchieri, chirurghi plastici, istruttori di fitness, photoshop e chissà che altro farli sembrare così, eppure l'ideale di bellezza che rappresentavano sembrava realizzabile. "Potresti assomigliare anche a questo", dicevano le riviste. "Hai solo bisogno di abbastanza forza di volontà e determinazione per seguire il nostro consiglio."

Quindi, proverei le loro diete pazze per una settimana o due, durante le quali mi sentirò ancora peggio. Ero affamato e stanco tutto il tempo, il che rendeva difficile fare praticamente qualsiasi cosa, incluso lo studio. E tutto questo sforzo non mi ha portato da nessuna parte perché ho perso solo pochi grammi. E sì, lo so che non puoi davvero ottenere risultati significativi in ​​pochi giorni, ma non era quello che quelle riviste ti hanno promesso? Per prepararti in bikini in cinque giorni? Quindi, se non potessi farlo, è stata colpa mia.

All'inizio, ho iniziato a raddoppiare i miei sforzi. Ho perso un po 'di peso, ma non ho mai assomigliato alle donne meravigliose che abbelliscono le copertine delle riviste o che appaiono in programmi televisivi. Avevo abbastanza buon senso da allora per rendermi conto che non avrei mai fatto e abbandonato le diete e le folli manie, ma non abbastanza da capire l'ideale di bellezza che mi è stato dato era irrealistico e impossibile da ottenere. Pensavo di essere brutto e inutile e che non c'era nulla che potessi fare al riguardo. La mia autostima era in fondo.

Ho iniziato a soffrire di depressione. Non posso dire che la colpa sia stata dei media (è stata causata da mutamenti selettivi non diagnosticati e non trattati, inoltre, a causa di un'altra diagnosi errata, stavo prendendo un farmaco per l'epilessia che può causare sentimenti, come tristezza e scoraggiamento, associati a depressione), ma certamente ha contribuito ad esso. Mi dava ancora una cosa di cui preoccuparmi, un'altra cosa che non andava in me: il mio corpo.

Era una cosa da nascondere dietro strati di vestiti. Indossavo i jeans anche nelle estati calde dell'italiano se dovessi uscire perché non mi sentivo a mio agio con le persone che mi guardavano le gambe. Le mie insicurezze mi hanno anche impedito di divertirmi quando ero fuori con i miei amici e stavano addirittura rovinando il mio rapporto con il mio ragazzo. Fu a questo punto che decisi di digiunare di nuovo.

Solo che questa volta non ho rinunciato al cibo. No, Mi sono imbarcato su un supporto veloce. Per prima cosa ho spento la TV, che era abbastanza facile. A quel punto era pieno di reality show televisivi, un genere che odiavo da sempre. Successivamente, ho rinunciato alle riviste. Tutti bar di Vanity Fair, che leggo ancora. Ma che dire di tutti quegli annunci per le strade? O i tuoi amici e familiari stanno rimestando i consigli che hanno appreso dalla TV? E ora anche i social media.

Non puoi sfuggire ai media. È ovunque Ma la buona notizia è che non devi rifiutare del tutto i media. Devi solo prenderlo, come ogni altra cosa nella vita, con moderazione. Vedi, quando il tuo cervello è esposto a qualcosa per un lungo periodo di tempo, lo considererà normale. Se sei esposto a migliaia di immagini di donne aerografate ogni giorno, il tuo cervello penserà che sia davvero possibile assomigliare a questo. E questo è molto pericoloso.

Ma quando torni a guardare quelle immagini dopo che sei stato su un media veloce, anche se solo per pochi giorni, sarai più sensibile ai loro messaggi, specialmente a quelli che ti feriscono. Ti farà dubitare di quello che dicono e noterai quanto sono irreali e bizzarri quelle immagini photoshoppate. Vi darà gli strumenti per difendervi dai messaggi negativi, in modo da poter fare scelte più sane e migliori.

© Jenny Poole

A poco a poco, inizierai ad amare di più il tuo corpo. Apprezzerai tutto ciò che fa per te e sarai in grado di prendertene cura meglio ascoltando i suoi bisogni, piuttosto che cercare di trasformarlo in qualcos'altro che non avrebbe mai dovuto essere.Non assomiglierai mai a qualcun altro, e sicuramente non assomiglierai mai a quei modelli aerografati sulle copertine delle riviste. Neanche loro lo fanno. Alcuni standard sono irraggiungibili per tutti.

E questo va bene. Perché non devi adattarti ad un ideale di bellezza irreale per essere felice, sano e degno. Ma devi amare te stesso. La mia vita è migliorata molto da quando sono andato su un media velocemente. Ho iniziato a leggere di nuovo altri libri. Ora indosso ciò che voglio. Cerco di mangiare sano, ma ogni tanto mi concederò una pizza o una fetta di torta senza sentirmi in colpa. Sono meno consapevole di sé e più aperto a nuove esperienze. E anche se i media non hanno curato la mia depressione, lo ha ridotto, rendendolo più facile da trattare.

Certo, non tutti i media sono cattivi. Come ho detto sopra, leggo ancora Vanity Fair. Guardo ancora programmi TV, come Supernatural e Glee. Leggo i blog (ovviamente). Ma in questi giorni, Uso solo i media che mi fanno sentire bene. Se una rivista sta cercando di farmi sentire male per il mio aspetto, la butto via. Se un programma televisivo mi sta parlando e mi fa dubitare di me stesso, lo spengo.

I media non cambieranno. Dopo tutto, stanno facendo milioni sfruttando le nostre insicurezze. Ma possiamo cambiare il modo in cui pensiamo. Andare su un supporto veloce è spesso il primo passo per farlo.

Sei mai andato su un supporto veloce? Se no, hai intenzione di farlo?

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add