Soda Tax: quante vite potrebbero risparmiare?

Soda Tax: quante vite potrebbero risparmiare?

Dorothy Atkins

Dorothy Atkins | Direttore | E-mail

Justin Sullivan / Getty Images

Nonostante quanto allettante la pssst suoni quando si apre una lattina di coca ghiacciata, sappiamo che la soda e altre bevande zuccherate non sono buone scelte per la nostra salute. Ci fanno ammalare. E grasso.

Non solo è una lattina da 7,5 once di Coca-Cola, una versione mini della loro dimensione standard di 12 once, senza valore nutrizionale, contiene 25 grammi di zucchero (quasi tutti i 26 grammi giornalieri raccomandati per le donne e 39 per gli uomini secondo l'American Heart Association). E se pensi che bere solo un mini lattina al giorno non ti rende un drogato di soda, anche quello può aggiungere fino a più di 32.000 calorie all'anno o circa nove chili in più!

Questo è il motivo per cui un gruppo di scienziati ora crede che far pagare ai consumatori più per la sua soluzione di soda ci aiuterà a superare le nostre dipendenze, oltre a sconfiggere le malattie cardiache, il diabete e l'obesità ea salvare vite umane.

DISCUSSIONE DI RICERCA: Una tassa sul carbonato ci renderà magri?

I ricercatori della Columbia University e della University of California, San Francisco, hanno recentemente analizzato l'effetto ipotetico di una tassa nazionale sulla soda, e indovina cosa hanno trovato? Un minimo di un centesimo all'oncia potrebbe ridurre il consumo del 10-15% negli adulti di età compresa tra 25 e 64 anni in un arco di 10 anni. Questo è sufficiente per fare una differenza notevole nella salute degli americani, dicono.

Nel prossimo decennio, questa tassa potrebbe prevenire 2,4 milioni di casi di diabete, 95000 eventi cardiaci alle coronarie, 8000 colpi e 26000 morti premature. E, come se ciò non bastasse a farci alzare in piedi e prendere atto (mettendo giù quella Diet Coke), una tassa sul carbonato di sodio potrebbe anche salvare il nostro paese oltre $ 17 miliardi di costi medici durante quei 10 anni.

Anche se tutto ciò sembra più che allettante, dobbiamo chiederci: sarebbero sufficienti da 8 a 24 centesimi per davvero scoraggiare i consumatori dal colpire il distributore automatico?

La teoria è che l'aumento del prezzo delle bevande zuccherine di un centesimo all'oncia diminuirà il consumo tra il 10 e il 15 percento nel corso di un decennio.

Ma per quanto riguarda l'aspetto psicologico di smettere di bere? Se qualcuno è dipendente da zucchero e caffeina, come molti americani, funzionerebbe davvero?

QUIZ: Quanto zucchero mangi e bevi?

Il team di ricerca ritiene che aumentando il prezzo di un centesimo per oncia su tutta la linea, in tutti i luoghi in cui è possibile acquistare la soda, avrà un impatto abbastanza grande.

I ricercatori hanno valutato l'effetto di una tassa sui consumi, una tassa destinata ai venditori che riforniscono la soda da acquistare. A sua volta, i venditori aumenterebbero il prezzo della tua bibita.

In contrasto con l'imposta sulle vendite che paghi al registratore di cassa, vedresti l'aumento del prezzo quando scegli il prodotto, una strategia che sperano sia più scoraggiante per gli acquirenti.

Se un centesimo per oncia potrebbe fare molto bene, immagina se fosse un nichel o una monetina all'oncia? Avrebbe un impatto molto più grande, anche se meno probabilità di essere accettato dai legislatori o dagli elettori.

Se sei dipendente da zucchero e caffeina, saresti tentato di rinunciare a questo tipo di aumento dei prezzi?

Se è così, prendi alcuni consigli dal dottor Oz su come sconfiggere la dipendenza in 28 giorni.

DISCUTERE: Come ti senti a dieta Soda

Condividi Con I Tuoi Amici

Articoli Correlati

add